giu 25

Il Panda di Google premia la qualita’

Tieni presente che ora piu’ che mai per migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca devi puntare sulla qualita’ del tuo blog e fornire degli articoli di interesse, ricchi di contenuto.

L’introduzione di Google Panda ha avviato infatti nuove regole Seo, penalizzando da una parte il posizionamento di siti in cui venivano riproposti (per non dire copiati) articoli gia’ esistenti in rete e premiando invece dall’altra siti aggiornati di frequente, con alto contenuto.

Per cui mi raccomando, scrivi sul tuo blog degli articoli corposi di non meno di 200/300 parole e che siano interessanti ed esaurienti e soprattutto farina del tuo sacco, altrimenti Google bandira’ automaticamente il tuo blog dalle ricerche del suo motore.

Se infatti tratti un argomento devi farlo in modo completo e sviscerarlo in ogni aspetto, da vero esperto; non basta infatti scrivere poche righe, occorre metterci impegno e passione. Scegli quindi la tua nicchia e crea poche ma significative categorie, che aggiornerai costantemente con i tuoi post. Cosi facendo riuscirai ad aumentare il traffico verso il tuo sito in modo naturale senza dover ricorrere alla pubblicita’ a pagamento di Google Adwords ad esempio. Un altro modo da tenere in considerazione, per facilitare la ricerca del tuo blog, e’ di inserire una sua sitemape su Strumenti per i master di Google; questo infatti e’ uno strumento gratuito e utile per la Seo.

Sii grande, unico, dai informazioni rilevanti, osservando questi piccoli accorgimenti di Seo e vedrai che il numero di visitatori sul tuo blog aumentera’ di conseguenza, e quando altri siti ti citeranno gratuitamente e di loro iniziativa con un backlink, perche’ dai notizie di qualita’, potrai dire di stare andando davvero nella giusta direzione.

 

giu 25

Il potere del blog

Che cos’e’ un blog? Un blog prima di tutto e’ un diario (dall’inglese web log), un sito on line dove le persone possono scrivere e pubblicare (“postare”) idee, immagini e link ad altre pagine e siti web.

Il blog ha avuto negli ultimi anni una diffusione enorme diventando uno strumento di comunicazione a tutti gli effetti.

Da semplice ed efficace diario on line si e’ passati a veri e propri siti, in cui vengono postati dei contenuti specifici.

Un buon blog, per essere efficace, deve essere sempre aggiornato e molto dinamico, questa e’ anche la prima regola di seo. Il primo punto da considerare, quando si decide di creare un blog e’ la piattaforma da utilizzare. Ne esistono diverse in rete e hanno tutte funzionalita’ specifiche. Le principali piattaforme sia italiane che internazionali sono: Word Press, Blogger, Expression Engine, Das Blog, Movable Type, Register, Tumblr.

La piattaforma piu’ conosciuta e popolare per la creazione di un blog tuttavia e’ Word Press, che oltre ad essere gratuita, offre molte possibilita’ di personalizzazione. Esiste una versione con il servizio di hosting oppure si puo’ effettuare il download dal sito di Word Press e installarla nel proprio host di riferimento. Un’altra piattaforma semplice, anche se poco modificabile, e’ Blogger.com, che attraverso un account di Google, permette di creare blog semplici e gratuiti.

Dopo aver iniziato la creazione del contenuto bisognera’ prima di tutto cercare di partecipare alla blogosfera, facendo conoscere il proprio blog e intervenendo con commenti in blog simili per temi e solo in seguito utilizzare strumenti piu’ ampi di promozione.

In genere la promozione on line e’ consigliata dopo due mesi dal lancio del blog, per avere un contenuto sufficiente e appetibile da parte degli utenti. Il blog va registrato, quindi, nelle directory di blog; la prima in cui farlo sicuramente e’ Technorati a questa si possono aggiungere BlogCatalog.com, Dmoz.org o Liquida.it tutte gratuite e che attuano un ottimo lavoro di seo e di diffusione del blog nella rete.

 

 

giu 24

Come aumentare il traffico verso il tuo sito

Oggi parliamo di SEO, Search Engine Optimization, ossia tutte quelle tecniche che agevolano il naturale posizionamento all’interno dei motori di ricerca e che se applicate fanno si che il tuo sito venga trovato con piu’ facilita’. Prima di tutto la scelta del nome del dominio che deve contenere, all’interno della tua categoria, le parole chiave piu’ cercate sulla rete, per una ricerca in questo senso esistono vari strumenti come Google Trends, Google Insight… Di solito i motori di ricerca premiano i siti/blog che hanno come titolo lo stesso che figura nel dominio. Installa, attiva e configura correttamente il plugin gratuito All in one seo pack. Quindi inserisci link al tuo sito sui Social Network: Facebook, Twitter, Youtube… hanno degli appositi spazi per il loro inserimento sui profili. Visita siti/blog affini per contenuto al tuo e lascia commenti pertinenti, inserendo sempre l’indirizzo del tuo sito. Di solito i blogger si rendono la cortesia di visita e anche i lettori sono portati cosi a visualizzarti. Un altro mezzo puo’ essere infatti lo scambio di link tra blog. Partecipa ai forum e alle community on line, non dimenticando di lasciare anche li il link al tuo sito. Aggiorna di frequente il contenuto e clicca tu stesso sui link dei tuoi vecchi post. Sii coinvolgente e originale in una parola sii te stesso, devi fare in modo di personalizzare il tuo sito, rendendolo unico sulla rete, in modo che chi naviga sia portato a visitarlo ed a lasciare commenti, accrescendo cosi la tua visibilita’ sui motori di ricerca. Accanto al SEO esiste il SEM (Search Engine Marketing), vale a dire la pratica di pagare per essere inseriti nei risultati di un motore di ricerca. I link, taggati con precise parole chiave, verranno posizionati nella parte alta della pagina del motore di ricerca. Di solito in questo caso valido il “pay per clic” e l’inserzionista paghera’ per i clic generati e le visite avvenute o ancora per il numero delle volte in cui l’annuncio appare (Google Adwords ad esempio). Questa puo’ essere un’arma in piu’ ma non e’ detto che sia necessaria. A te la scelta!