Arte alla rivalsa

Puo’ sembrare una frase scontata ma oggi piu’ che mai l’arte attraversa un momento difficile. In una situazione di crisi che investe tutta la societa’, si assiste ad un impoverimento dei contenuti culturali e ad una perdita di punti di riferimento.

La politica regolata dall’economia , che non se ne fa di niente dell’arte. La commercializzazione delle opere d’arte diventata un fattore puramente meccanico, si fa cosi perche’ lo fanno tutti e si guarda piu’ ai grandi numeri che al valore del lavoro artistico.

Come se ne esce? Rinnovandosi e reinventandosi, che non vuol dire andare contro corrente, ma trovare altre vie di affermazione.

Proprio cercando il proprio posto nel mercato e andando incontro alle richieste e alle esigenze del pubblico si puo’ attuare una vera rivalutazione.

L’artista, e piu’ in generale chi si occupa di arte, e’ separato dal contesto sociale in cui opera una figura isolata e superata, e’ infatti importante saper guardare al cambiamento.

Ci vuole coraggio, ma capire che l’economia deve partire dall’arte e non l’arte dall’economia non puo’ che andare a beneficio di entrambe.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *